domenica 2 Giugno, 2024

Saremo alberi… Laboratorio filosofico per bambini

Condividilo sui social

“Saremo alberi” è il titolo di un piccoli libricino di Mauro Evangelista, uscito per Artebambini nel 2010.

“Nella terra dormono tantissimi semi che attendono di svegliarsi. Ascoltando con attenzione, riusciremo a sentire le loro risposte. Sulle pagine del libro si manifestano allora i desideri e le speranze di questi piccoli semi. Saranno alberi forti, ribelli, tristi, eleganti… Ognuno avrà la sua particolare forma e anche il suo particolare… carattere!” (dalla pagina dell’editore).

La lettura di questo testo ha fornito lo stimolo per il nostro laboratorio di dialogo con i bambini e le bambine del TempoLungo di Stagno Lombardo (CR), a cura di Auser Cremona.

Lo stimolo ci è servito per aprire un confronto su come i bambini e le bambine vedono loro stessi, oggi, e su come si immaginano domani. Il laboratorio creativo che ne è seguito – in cui con fili di lana ciascuno doveva provare a dare forma al se stesso-albero – è servito per aiutare i bambini a dare forma al pensiero. E’ così, allora, che l’immagine dell’abero “dritto”, “piegato nel vento”, “curvo”, “pieno di rami”, “ordinato”, o “libero” ecc. è stata il mezzo per esplicitare caratteristiche che ciascuno riconosce come proprie, ma che difficilmente avrebbe altrimenti saputo verbalizzare.

Ecco quello che hanno prodotto, dal seme, alla piantina, all’abero ‘da grande’. Chi ha disegnato tanti rami “perchè da grande avrò tanti interessi”; chi si è immaginato come un salice piangente “perchè sono sempre triste”; chi ha dato forma a rami con mille curve e deviazioni, “sono originale”. Qualche bambino ha poi interpretato i due alberi – quello che rappresenta il sé di oggi e quello il sé di domani – come due amici, due compagni di giochi.

Molti alberi, tutti diversi, a formare insieme la piccola grande foresta del Tempolungo.

Altri articoli

Richiedi maggiori informazioni